Storie di Luce


23 Dicembre 2020


Comincerà dalla vigilia di Natale, l’iniziativa “Storie di Luce” che rientra nell’ambito delle attività di valorizzazione del patrimonio storico-archeologico di Formia. L’iniziativa ,realizzata con il  contributo della Regione Lazio, è frutto di un progetto presentato dal Comune di Formia che ha affidato la realizzazione a RTA Sinus Formianus, già gestore di alcuni siti archeologici della città. Il progetto prevede allestimenti scenografici luminosi tematici e attrazioni multimediali, con proiezioni speciali all’esterno di tre siti del Comune di Formia, nonché simboli della città: l’Area Archeologica Caposele, la Torre di Mola e la Torre di Castellone. Prenderà vita così in città un itinerario tematico luminoso, liberamente fruibile dai cittadini all’aperto e sarà un modo innovativo per valorizzare il patrimonio culturale, la storia e le tradizioni legate al periodo natalizio.

Nell’ Area archeologica di Caposele sarà realizzato un percorso caratterizzato dalla presenza di suggestive illuminazioni e proiezioni che permetteranno di raccontare le antiche cerimonie del ‘Natale’ nella Formia romana: i Saturnalia. Le immagini accompagneranno il filo conduttore della narrazione che si svilupperà lungo il percorso. Le illuminazioni, finalizzate a valorizzare le murature romane del sito, saranno alternate a proiezioni su ampie superfici. A causa delle limitazioni per il contrastoattualmente in vigore che non consentiranno l’accesso del pubblico al sito, il percorso sarà interamente ripreso e reso disponibile online sul pagina Facebook del Comune di Formia e sul sito dedicato www.storiediluce.net

L’itinerario alla Torre di Mola, considerata uno dei simboli della città, porterà il pubblico alla scoperta di vicende e suggestioni legate alla storia del sito archeologico e alla sua trasformazione nel corso dei secoli. Giochi di luce e proiezioni si alterneranno  sui corpi di fabbrica annessi, accompagnate da suoni. Il percorso di visita che introdurrà i visitatori alla storia del monumento, sarà visibile dall’esterno sui due fronti della Torre (fronte di mare e fronte di terra).

Alla storia del monumento sarà affiancato il racconto delle tradizioni di Natale che risalgono all’epoca antica e medievale e alla suggestiva simbologia legata ai riti di passaggio stagionali e al rinnovamento. A causa delle limitazioni per il contrasto della Pandemia attualmente in vigore che non consentiranno l’accesso del pubblico al sito, il percorso sarà interamente ripreso e reso disponibile online sul pagina Facebook del Comune di Formia e sul sito dedicato www.storiediluce.net

Torre di Castellone

All’interno del vano che un tempo costituiva la porta di accesso alla città, oggi sovrastato dalla splendida Torre Ottagonadi Castellone edificata nel 1377, sarà proiettato, attraverso l’allestimento di una postazione video con schermo ,un racconto multimediale dedicato alla storia del luogo, e oltre alla lunghissima vita del monumento si potranno scoprire le tradizioni  delle antiche confraternite laicali che hanno contributo a caratterizzare le liturgie e le devozioni dedicate al Natale e la ricca produzione musicale locale, tramandata ancora oggi da musicisti itineranti.  

 

Area tematica: