LA DISABILITA' E QUESTO MALEDETTO VIRUS


26 Marzo 2020


La Direzione Regionale per l'Inclusione Sociale della Regione Lazio ha chiarito, attraverso una puntuale nota, le disposizioni adottate dal Governo per contrastare e contenere il diffondersi del Coronavirus; tali disposizioni riguardano le persone con disabilità intellettiva, con disturbi dello spettro autistico e problematiche psichiatriche.
Nel merito, si interviene su due punti: si prevede, anche se per tempi brevi e comunque nei pressi della propria abitazione, è consentita una breve passeggiata a tutte quelle persone diversamente abili che ne necessitano e dove lo stato di "reclusione" ne pregiudica lo stato di salute; l'uscita deve avvenire in tutta sicurezza.
Proprio per far fronte a questa seconda specifica, con l'aiuto della Presidente della Consulta della Disabilità, Franka Masiello, e con il coordinamento della Presidente della Commissione dei Servizi Sociali, Rossana Berna, si sta approntando sia per il disabile sia per l’accompagnatore l'approvvigionamento di mascherina.

Ulteriore intervento sarà finalizzato alla programmazione di un calendario di servizi e interventi di assistenza domiciliare per le famiglie, in modo che le stesse possano contare su un aiuto concreto.
Anche se in questo periodo si raccomanda vivamente di restare a casa e di limitare le uscite laddove necessario, per motivi di salute e di lavoro, bisogna, tuttavia, fare una riflessione sul tema che il cambiamento di comportamenti di routine, soprattutto per chi è fragile, diventa estremamente disorientante e difficile da gestire.

Altra azione di aiuto integrativo è la messa a disposizione del pulmino in dotazione del comune di Formia, pulmino omologato per trasporto persone con disabilità, a favore di coloro che ne dovessero aver bisogno.

Il coordinamento tra i vari interventi e il suggerimento di nuove azioni saranno messi in atto affinché non si accentui l’idea dell’abbandono e della non dovuta e adeguata attenzione verso quanti sia come famiglia sia come singolo vivono nel quotidiano una situazione di disagio.

Il sindaco Paola Villa, anche quale assessore ai Servizi sociali, ha attivato un tavolo di confronto con operatori, professionisti, presidenti di cooperative e centri diurni e a lunga permanenza, ha chiesto il supporto della Protezione civile per diminuire il disagio, aumentare il senso di vicinanza e di solidarietà. 

Area tematica: