menù principale per la navigazione

  1. menù argomenti correlati
  2. contenuto della pagina
  3. servizi
Comune di Formia
 
Siete qui: Homepage / Notizie / Dettaglio news

In via di chiusura i lavori del progetto "Formia Sicura", Zangrillo: "Altre 14 strisce pedonali rialzate"



Strisce pedonali rialzate sulla litoranea07/09/16 - Sono in via di conclusione i lavori del progetto "Formia Sicura", il piano generale di riorganizzazione della circolazione viaria promosso dall'Assessorato alle Opere pubbliche che prevede l'installazione di ben trentanove nuovi attraversamenti pedonali rialzati in prossimitÓ degli edifici scolastici e dei luoghi di interesse pubblico dislocati sull'intero territorio cittadino.

Il progetto rientra nel finanziamento di 600 mila euro previsto dal bando sugli interventi strategici inserito nella programmazione annuale del Piano Nazionale di Sicurezza Stradale.
Le opere in corso riguardano:
  • la litoranea in prossimitÓ della rotonda del porto;
  • via Ferrucci, nei pressi dell'ospedale e degli alloggi IACP;
  • via Rotabile, nei pressi della chiesa di san Giuseppe Lavoratore;
  • via Appia, ingresso CONI;
  • Castellonorato, nei pressi della delegazione comunale;
  • Penitro;
  • via Paone.
"I quattordici attraversamenti che stiamo provvedendo a realizzare in questi giorni - commenta l'Assessore alle Opere Pubbliche Eleonora Zangrillo - completano la prima tranche di interventi avviata lo scorso autunno. In totale sono trentanove le strisce pedonali rialzate di cui a breve Formia potrÓ disporre. Un intervento molto apprezzato dai cittadini che viene incontro alla loro legittima domanda di sicurezza. Sono soddisfatta anche del fatto che la Regione ha autorizzato il Comune all'utilizzo delle economie. Tali risorse ci consentiranno di realizzare ulteriori attraversamenti pedonali rialzati e di avviare in via sperimentale una segnaletica in materiale termoplastico stampato che, rispetto alle tecniche tradizionali, garantisce una maggiore durata e, conseguentemente, un significativo risparmio economico".

 

torna al menù