menù principale per la navigazione

  1. menù argomenti correlati
  2. contenuto della pagina
  3. servizi
Comune di Formia
 
Siete qui: Homepage / Dettaglio news

Consiglio comunale, approvato il Piano Urbano del Traffico



Il piano del traffico06/12/16 - Nella seduta di ieri sera il Consiglio comunale ha votato l'adozione del Piano Urbano del Traffico. Si tratta di uno strumento fondamentale per la regolamentazione di viabilità, sosta e trasporto pubblico che finalmente avranno una gestione integrata.


L'amministrazione ha pubblicato i piani su un sito internet ad hoc (http://www.t-au.com/formia/) dove è possibile formulare osservazioni ed istanze e consultare le tante novità previste: dai percorsi ciclo-pedonali alla correzione con rotatoria delle intersezioni sulla litoranea, dalle ztl alla modifica dei sensi circolatori.
Il Consiglio comunale ha allegato al piano un documento sottoscritto dai consiglieri di maggioranza che prescrive alla giunta gradualità e progressività nella realizzazione dei provvedimenti pianificati, dando priorità alla risoluzione dei problemi sulla litoranea e ai percorsi ciclo-pedonali al fine di rendere più sostenibili gli interventi di modifica dei sensi di circolazione del centro.
L'iter prevede ora la pubblicazione ufficiale sull'albo pretorio per consentire a tutti i cittadini, forze politiche e sociali, di presentare osservazioni scritte ed emendare il piano prima dell'approvazione.
"Il PUT - commenta l'Assessore alla Sostenibilità Urbana Claudio Marciano - è stato adottato con i voti contrari della minoranza e l'astensione di due consiglieri di maggioranza. Il nostro obiettivo è da oggi quello di integrare tutte le loro proposte affinché, in sede di approvazione, vi sia una condivisione più ampia di questo strumento, senza il quale, questo va rimarcato con forza, la città non può più andare avanti. Invitiamo tutti i soggetti interessati a prendere parte a questo percorso con le proprie osservazioni a considerare il piano del traffico per quello che è: non il libro dei sogni, non l'ennesima riproduzione di megainfrastrutture la cui realizzazione non dipende dalla nostra comunità, bensì come una scienza triste dove se si mette da una parte si toglie dall'altra, dove se si chiedono più risorse per il trasporto pubblico si deve capire da dove arrivano, se si chiede più spazio per i pedoni a chi e dove viene tolto. Quello redatto con la Tau, società composta da professionisti di livello internazionale con vasta esperienza nel campo della pianificazione della mobilità, è un piano credibile perché fa i conti con la difficile realtà infrastrutturale che la città ha ereditato dal passato. Infine, ricordo ad alcuni disattenti commentatori intervenuti sul tema nel corso degli ultimi giorni che l'elaborato adottato comprende anche il Piano del Trasporto Pubblico, pubblicato sul sito del Comune da oltre nove mesi, oggetto di vari comunicati stampa e di incontri effettuati con i portatori di interesse".
"Il Piano Urbano del Traffico - sostiene il Sindaco Sandro Bartolomeo - è uno strumento che Formia attendeva da anni, preliminare a qualsiasi decisione in tema di viabilità, sosta e trasporto pubblico. Qualunque provvedimento si intenda adottare deve rispondere ad una logica di pianificazione. Quella che viviamo ogni giorno non è la migliore delle viabilità possibili, penalizzata da una situazione infrastrutturale che restringe il campo delle iniziative possibili. Anche per questo ci siamo rivolti ad esperti del settore, professionisti che programmano gli interventi sulla base di presupposti scientifici, dati numerici, leggi dall'ingegneria della mobilità. Logico che le decisioni debbano necessariamente considerare le esigenze del territorio ed è per questo che abbiamo favorito il coinvolgimento di tutti. Il piano è stato pubblicato per mesi e lo è tuttora. I forum di discussione hanno consentito a tante persone di esaminare il merito della proposta in un'ottica di partecipazione. Il documento è stato più volte discusso in maggioranza e in commissione, perché ognuno potesse offrire il suo contributo. Ai consiglieri di maggioranza che si sono astenuti avanzando legittime perplessità dico che l'iter è appena iniziato e ci sarà tutto il tempo e la possibilità di integrare il piano con ulteriori proposte. Il PUT non è solo uno strumento previsto dalla legge, è il punto di partenza di un percorso che, siamo certi, contribuirà a migliorare la vivibilità complessiva della città".



 

torna al menù