menù principale per la navigazione

  1. menù argomenti correlati
  2. contenuto della pagina
  3. servizi
Comune di Formia
 
Siete qui: Homepage / Dettaglio news

"Approdi - Festival delle culture migranti", venerdì e sabato gli eventi di chiusura



"Approdi", ultimi appuntamenti02/11/16 - 4 novembre: dibattito su editoria multiculturale. 5 novembre: festa con balli e canti dal mondo


Volge al termine il programma di "Approdi", il Festival delle culture migranti promosso dal Comune di Formia. La kermesse, realizzata nel borgo di Maranola in collaborazione con GUS - Gruppo Umana SolidarietÓ, Terra Nuova Onlus, Associazione Insieme-Immigrati in Italia e CESV-Centro di Servizi per il Volontariato, ha proposto per tutto il mese di ottobre un ricco programma di eventi tra cinema, cucina, letture e momenti di approfondimento per discutere di emigrazione e multiculturalitÓ.

L'avventura si chiude per quest'anno con due interessanti momenti di confronto. Il primo Ŕ in programma venerdý 4 novembre, dalle ore 16 alle 18, presso la scuola elementare "L. Milani" di Maranola, dove si terrÓ un dibattito sul tema dell'editoria multiculturale cui prenderÓ parte Della Passarelli, direttrice di Sinnos Editore, realtÓ editoriale nata da un gruppo di detenuti italiani e stranieri che promuove libri per bambini e ragazzi, in tante lingue diverse, affrontando temi sociali importanti come l'educazione alla cittadinanza, per crescere persone e cittadini sempre pi¨ consapevoli.

Sabato 5 novembre a partire dalle ore 19.30 l'appuntamento Ŕ presso il palazzo del Parco dei Monti Aurunci di Maranola per una grande festa a base di canti e balli dal mondo. Saranno presenti i "Bangla Brothers", gruppo di danzatori dell'estremo oriente che lavorano come braccianti nei campi dell'agro pontino e "L'eco del mondo", gruppo di percussionisti composto da rifugiati e richiedenti asilo del GUS. SarÓ inoltre visibile la mostra "Tounga: storie e volti da altre sponde", ideata e realizzata da un gruppo di rifugiati e richiedenti asilo giunti in Italia dopo un viaggio lungo e pericoloso.

 

torna al menù